Acquista Sciauro on line

OEVO_olio-extravergine-di-oliva-dop-valle-del-belice-sciauro-0-5lt_1024x1024Da oggi è disponibile sul nostro blog la nuova funzione ACQUISTA. 

Cliccando sul link “Buy Olio extravergine di oliva DOP Valle del Belice “Sciauro” 0,5lt ” potete acquistare e ricevere comodamente a casa il nostro olio extra vergine di oliva Sciauro. Provate quanto è comodo!

Per avere tutto l’anno olio extravergine di oliva fresco direttamente dal produttore,  che potete usare per il vostro consumo o regalarlo a chi volete bene!

Buona degustazione a tutti

Fresco, fruttato e piccante…è arrivato il nuovo olio extravergine di oliva Sciauro

La raccolta delle olive ha impegnato i nostri contadini e braccianti nei mesi di ottobre e novembre ed ora il loro prezioso lavoro è ripagato dall’arrivo sulle nostre tavole dell’olio extravergine di oliva Sciauro.

Di un bel colore verde dorato, al naso presenta un’accattivante profumo fruttato, dai complessi sentori vegetali tra i quali spicca, inconfondibile, il pomodoro. Le caratteristiche olfattive trovano poi conferma in bocca, arricchendosi di richiami di erbe aromatiche, dove, al dolce iniziale, segue l’amaro, ben sostenuto da una contenuta piccantezza.

Sciauro è ottenuto dalle olive della cultivar Nocellara del Belice e lo potete gustare sui piatti della tradizione siciliana, ma non solo, perché Sciauro conferisce note nuove e profumate a tutte le vostre preparazioni, arricchendo il sapore delle vostre ricette.

sciaurorotondafiori4

Vellutata zucca, carote e zenzero con olio Sciauro di Sicilia

Per affrontare i giorni “post Natale”, che si sono distinti anche quest’anno da lunghe abbuffate, ho pensato ad un piatto leggero, ma gustoso, che ho provato per caso in Austria, dove le zuppe animano i menu di tutte le tavole!

Si tratta di una vellutata con zucca, carota e zenzero e quest’ultimo le conferisce un sapore fresco e lievemente pungente che si sposa perfettamente con gli altri ingredienti.

Vellutata zucca, carote e zenzero

Vellutata zucca, carote e zenzero

Ingredienti per 4 persone:

400 grammi di zucca

4 carote medie

2 cipolle rosse

2 centimetri di radice di zenzero

brodo vegetale

qualche seme di zucca per guarnire

olio extravergine di oliva Sciauro di Sicilia o dal sapore fruttato medio

Sbucciate zucca, carote e cipolle. Riducete tutta la verdura in piccoli pezzi che passerete in padella per una leggera scottata con l’olio. Dopo due minuti aggiungete la radice di zenzero pelata e grattugiata e coprite il tutto con il brodo vegetale fino a che non si assorbe.

Una volta che le verdure sono morbide, passatele al frullatore per ottenere un composto omogeneo…una bella vellutata appunto.

Potete guarnire con semi di zucca e gustarla con un filo di olio extravergine di oliva Sciauro, come abbiamo fatto noi.  In alternativa potete consumarla anche con un cucchiaio di caprino fresco e crostini di pane. La prima versione è quella più leggera.

Buon appetito e fatemi sapere se vi è piaciuta!

Olio d’oliva, il Parlamento approva il tappo antirabbocco. Basta bottiglie anonime nei ristoranti

Finalmente la legge comunitaria stabilisce l’obbligo del tappo antiriempimento nei pubblici esercizi!

Un grande passo avanti che tutela la salute dei consumatori ignari. Basta quindi con contenitori senza etichetta di cui non si conosce la provenienza dell’olio. Basta anche a bottiglie etichettate, ma riempite con olio di qualità inferiore, o allungate con olio buono, ma che viene contaminato con il fondo dell’olio rancido già presente in bottiglia.

Sappiate che l’olio extravergine di olia, per evitare che si deteriori, va correttamente conservato lontano dalla luce, dal caldo e dall’aria, mentre spesso nei ristoranti queste norme di conservazione non vengono rispettate e il ristorante presenta in tavola ai poveri commensali bottiglie di olio rabboccate o addirittura oliere, tramite le quali è impossibile tracciare la provenienza dell’olio.

Ma con la nostra rubrica del Gourmet PignOlio siamo a caccia di “ristoratori virtuosi”  che trattano l’olio extravergine di oliva con la stessa attenzione con la quale cucinano e propongono vini. Seguiteci!

Leggi tutto l’articolo su http://www.repubblica.it/salute/alimentazione/2014/10/24/news/olio_d_oliva_la_camera_approva_il_tappo_antirabocco_basta_bottiglie_anonime_nei_ristoranti-98923127/

Tappo antirabbocco